lunedì 17 gennaio 2011

occhi



L'oro rosso degli occhi d'un cane
ha dipinto epifanici passi
che senz'altro pensare che niente
hanno sceso nel tempo le scale.
Mi ha donato il suo sguardo di fuoco
per vedere il tuo volto nell'ombra
mentre stelle di luce scintilla
han dorato i miei boschi pensosi.
Le parole ora sembran balocchi
hanno facile rima e la scarto,
ma lo sguardo del cane è profondo
e in silenzio lo ascolto digiuno.
Se Blimunda ora avessi di fronte
le vedrei attraverso la pelle,
Baltasar fu bruciato sul rogo
il mio rogo è il tuo sguardo di donna.

3 commenti:

Lara ha detto...

Molto bella. L'ho letta diverse volte.
Anche a te piace Saramago?

ruhevoll ha detto...

Lara, hai colto nel segno!

Saamaya ha detto...

Buona serata in poesia.