martedì 20 settembre 2011

pensierini fra sonno e veglia



Una noiosissima trasmissione sulla 7, dove invece mi aspettavo che parlassero dell'Islanda,  mi ha fatto fare un pensierino scarso ed elementare prima di farmi addormentare.
Stanno ancora a fare l'analisi sessuologica del premier, ma non hanno altro da fare? Ma davvero la sinistra pensa di fare opposizione sventolando un moralismo cattolico, falso e ipocrita? Secondo me non ha senso dire che nel privato ognuno è libero di fare quello che vuole ma quando fa il presidente del consiglio deve dare pubblicamente il buon esempio. Mi sembra una chiarissima istigazione all'ipocrisia e alla dissociazione. Ed infatti chi difende il premier ha gioco facile nel mettere sullo stesso piano Cicciolina o Luxuria con il satiro asfaltato, sostenendo che se i primi due erano legittimi parlamentari niente vieta al Priapo di essere presidente del consiglio.
E quindi via a ruota libera con l'indignazione sull'immoralità dilagante e sull'istigazione alla prostituzione come mezzo efficace per garantirsi un posto al sole.
Sorrido amaramente perchè dicono che la prostituzione sia il più antico dei mestieri e nella trasmissione nessuno è riuscito a formulare un motivo valido e non moralistico per poter sostenere che la prostituzione non va bene.
Solo parole a vanvera che restano a galla della coscienza senza minimamente entrare nelle acque profonde dell'identità umana, soprattutto quella sessuale.
Ma non potranno mai riuscirci fintanto avranno, di fondo, un concetto greco-cristiano dell'identità umana o fintanto cianceranno di libertà senza saperla definire.
E definire una cosa indefinita pare impossibile, per cui ci si fa rientrare di tutto dimenticandosi che la pazzia e la violenza non sono mai libertà.
Ma la pazzia non è affrontabile, soprattutto non è affrontabile il pensiero malato fintanto viene espresso razionalmente (come facevano i nazisti). La razionalità come identità genera questi mostri nel pensiero. La cosa più assurda e stupida che ho sentito dire in difesa della razionalità è che sarebbe proprio essa ad impedirci di sterminarci a vicenda, perché altrimenti ci estingueremmo (U.Eco).
Insomma non si è fatto un passo dai tempi di Omero e del suo Ulisse, da una parte la ragione e dall'altra la bestia. l'essere umano ancora non esiste!
E non potrà mai essere "scoperto" se continueremo a pensare che dentro di sè abbia ancora la bestia (o il solito peccato originale), pensando poi che solo la razionalità possa riscattarci dalla bestialità.
Una trottola che gira su se stessa, ecco cos'è la razionalità quando indaga sull'identità umana.
Eppure ai razionalisti ed ai mistici andrebbe fatto notare che sono proprio gli animali ad essere esclusivamente razionali, poichè fanno tutto in funzione dell'utile e della procreazione, anche quando giocano.
L'essere umano è l'unico a fare le cose per niente, per il solo desiderio di realizzarne l'immagine.
Ancora siamo legati all'albero della nave per resistere alle sirene.
Forse è l'ora di slegarsi ma il titolo di un vecchio film ammonisce: matti da slegare. Ed infatti le sirene del pensiero esistenzialista fecero impazzire gli psichiatri che si lasciarono sedurre da quel pensiero ed annullarono l'esistenza della malattia mentale chiamandola disagio o diversità (o addirittura libertà), introducendo il "destino" come ineluttabile ragione di vita, anche come suicidio (vedi il caso E.West). Fu un pensiero pericoloso che gettò via il bambino con l'acqua sporca, rendendo impossibile la ricerca sulla patologia del pensiero e la sua eventuale cura, sostituendola con un generico "prendersi cura" tanto caro ai cattolici.
Dobbiamo lavorare molto per difendere la libertà di essere esseri umani, perchè a me sembra che molti ancora non abbiano capito cosa significhi.

4 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Premesso che sono per la Libertà Individuale e ancor più per la Privacy, per quel che mi riguarda la cosa che dovrebbe far scattare l'immediata destituzione del premier non è il come o il con chi parla al telefono, e neppure le smandrappate più o meno professioniste che questo patetico vecchio incapace di invecchiare decide di "farsi", bensì il fatto di aver messo donnine di questo tipo in posti chiave della politica. E' vero che l'hanno fatto anche altri, ma che lo faccia un Primo Ministro rasenta, a mio parere, l'Alto Tradimento.

mia_euridice ha detto...

Miiiiiiii... che post lunghi!

ruhevoll ha detto...

@Zio, secondo me l'alto tradimento lo ha commesso l'intelligenza (si fa per dire) di chi lo ha votato...

ruhevoll ha detto...

@mia_euridice, arrossisco!