venerdì 28 dicembre 2012

Nebbiolina mattutina



Stamani, uscendo da casa, mi sembrava di essere in uno di quei film fantapolpettosy dove, fra le nebbioline che fanno tanto mistero, pare non vi sia alternativa alla solita solfa della lotta "del Bene contro il Male".
A dire il vero, di questi tempi e con questa crisi economica provocata ad arte, oltre che con sommo disprezzo di noi sudditi, bisogna essere davvero dei cavalieri senza macchia e senza paura per andare a lavorare o a cercare lavoro, poiché il lavoro è ormai generalmente precario, proprio come un ponte fatiscente sull'abisso della miseria.
La depressione mentale che questa situazione nutre e induce è rinforzata e sostenuta da un panorama politico a dir poco avvilente.
Ma i migliori non perdono mai la speranza e, soprattutto, non smettono mai di lottare.
Il nemico, ossia polpettonianamente il Male, sono le multinazionali e le banche, che hanno al loro seguito (e come prestanomi) governi nazionali, nonchè uno stuolo di fiancheggiatori disseminati ovunque nell'informazione pubblica.
Trovare la strada per una sana e doverosa ribellione è divenuto oltremodo arduo, ma improrogabile.
Stamani ero incerto se ridere o piangere quando ho letto, sulla maggior parte dei quotidiani, la medievalissima notizia che il Vaticano appoggerà Monti.
Una valanga di pensieri si è staccata dalla mente e, franando, ha composto questo mio piccolo post.
Adesso vago tra le nebbie, ma spero di trovar riparo in una qualche foresta di Sherwood, magari insieme a qualche bandito, di certo non insieme a un Robin Hood, ché ce ne sono già troppi che si spacciano con quel nome.

9 commenti:

Alea ha detto...

e mò come faccio ad augurarti buon anno, Ruhevoll?

amanda ha detto...

ma pensa chi l'avrebbe mai detto che quelli che davano l'ostia consacrata a silviucciodentiera avrebbero poi appoggiato mari o monti? non ci si può credere

ruhevoll ha detto...

@Alea, tu fammeli gli auguri, viaggeranno con la nebbiolina e mi raggiungeranno nella foresta. Io intanto te li scrivo qui, o devo mandarteli con un piccione?
:-)
Un forte abbraccio!

@Amanda, quelli che davano l'ostia al nano non hanno ideali ma solo interessi di potere e appoggiano unicamente chi glieli difende.
Un abbraccio forte anche a te!

Grazia ha detto...

spero che tu trovi la via per uscire dalla nebbia e dalla foresta e che tu scopra fuori il sole e il sereno. E noi con te!

ruhevoll ha detto...

@Grazia, troveremo il sole e il sereno quando ci saremo liberati dalle menzogne e dai bugiardi.
:-)

Lara Ferri ha detto...

E quante generazioni occorreranno per liberarci da tutte queste menzogne e che ne sarà nel frattempo dei nostri figli?

Ciao Ruhevoll, sono felice di rileggerti. Non so cosa fosse successo, ma non ti vedevo più...

A presto:)
Lara

ruhevoll ha detto...

@Lara, le nuove generazioni sono in balia degli errori fatti, nonché delle menzogne dette, dalle generazioni precedenti. Un errore, se non lo si corregge, porta nel tempo danni esponenziali.
Voglio copincollarti una cosina carina letta stamani:
La saggezza della lumaca:
“la lumaca costruisce la delicata architettura del suo guscio aggiungendo una dopo l'altra delle spire sempre più larghe, poi smette bruscamente e comincia a creare delle circonvoluzioni stavolta decrescenti. Una sola spira più larga darebbe al guscio una dimensione sedici volte più grande. Invece di contribuire al benessere dell'animale, lo graverebbe di un peso eccessivo. A quel punto qualsiasi aumento della sua produttività servirebbe unicamente a rimediare alle difficoltà create da una dimensione del guscio superiore ai limiti fissati dalla sua finalità. Superato il punto limite dell'ingrandimento delle spire, i problemi della crescita eccessiva si moltiplicano in progressione geometrica, mentre la capacità biologica della lumaca può seguire soltanto, nel migliore dei casi, una progressione aritmetica”.
Ivan Illich

Elefanti Tristi & Morbidi ha detto...

che angoscia!
Morbidi.

ruhevoll ha detto...

@Elefanti
ma no, potrebbe essere peggio, potrebbe piovere tutto l'anno.
:-)