martedì 7 maggio 2013

Elogio della lentezza


E' piccola come un'unghia, è nata da poco e l'ho vista appena in tempo per non calpestarla. La trovo affascinante nella sua lentezza, già con la sua casetta sulla schiena, già sola nel mondo.
Non ho resistito, l'ho fotografata e filmata e lei pareva accorgersene, faceva ciao con le antennine (i miei deliri non hanno confini) e allora ho pensato di comporle una piccola musica che avesse il suo ritmo lento e sinuoso.
Mentre montavo il video avevo la sensazione di vedere uno di quei filmati che ci facevano da bambini.
Poi l'ho presa con delicatezza e adagiata su una foglia del glicine.
Buona fortuna mia piccola chiocciolina.
video

sabato 4 maggio 2013

Tropici



Può accadere, mentre si suona o si compone una musica, anche la più banale o la più semplice, di sognare e suonare per raccontare quello strano sogno.
Passare da una sedia a una zattera di bambù e svegliarsi su un'altra sedia di fronte a una spiaggia tropicale, vedendo svanire in lontananza ogni inutile fardello del mondo industrializzato.
E' una piccola, innocente fuga con la fantasia.
Affondavano, laggiù nel mare, televisori, auto, cellulari, tasse, politici corrotti, ideologie, crisi economica, banche, bollette, credo religiosi, razzismo, donne indifferenti, disoccupazione, sfruttamento, inquinamento, centri commerciali, spot pubblicitari, falsi bisogni, ansie da prestazione, amici bugiardi, leggi di mercato, debito pubblico, paranoie, social network.
Affondavano anche i termosifoni, i cappotti,  di lana, le scarpe pesanti e affondava per sempre pure l'inverno.
Basterebbe poco, mi piace immaginarlo, o almeno sognarlo.
video

Quando butto giù tre o quattro note senza pensare (e quando mai penso mentre suono?), dopo un po' mi accorgo di quale immagine avevo in mente. E così ho rubato un po' di foto nel web e le ho montate in un video per aiutare l'ascolto di chi, se non vede le figure, non sa spiegarsi la musica. Un'immagine estremamente semplice, oserei dire, anche musicalmente, che però mi fa stare bene e mi fa dire: vorrei essere lì, vorrei essere così, vaffanculo!