domenica 20 marzo 2011

A Firenze si dice: eccoci all'acqua!







Metto alcuni giochetti fotografici in vista del referendum sulla privatizzazione dell'acqua, mi limito a ricordarvi che "la Banca Mondiale (di proprietà della Federal Reserve e della Banca d’Inghilterra, a loro volta tutt’e due private e padrone anche del Fondo Monetario Internazionale) nega prestiti a quei Paesi che NON ACCETTANO di privatizzare il settore dell’acqua potabile!" 
Dopo toccherà all'aria.
Sono spiritoso vero?

6 commenti:

Andreij Comaskij ha detto...

maledetti bastardi.
qua finiremo come il ciabattino di Napoli milionaria...

Zio Scriba ha detto...

Non riesco a immaginare associazioni a delinquere peggiori delle banche di merda. Al confronto Totò Riina è un boy scout.

cristimar ha detto...

"Il fenomeno più importante che si è avuto con la Rivoluzione Francese, non è stata la carta
costituzionale, ma la banca centrale con la contestuale sostituzione della moneta d'oro con la
moneta nominale. Ciò non è stato un semplice mutamento della struttura merceologica del
simbolo, ma la sostituzione di una fattispecie giuridica con un'altra. Quando la moneta era d'oro, il
portatore ne era il proprietario; con la moneta nominale, ne è diventato inconsapevolmente il
debitore. Tutta la moneta nominale è emessa dalle banche centrali prestandola: dunque tutto
il denaro in circolazione è gravato di debito verso le banche centrali.
Facendo leva sul riflesso condizionato causato dall'abitudine secolare di dare sempre un
corrispettivo per avere denaro, le banche centrali hanno indotto tutti i popoli del mondo ad
accettare la propria moneta all'atto dell'emissione, col corrispettivo del debito, cioè in
prestito, nella più grande truffa di tutti i tempi, passata inosservata perché troppo evidente"
Il paese dell'utopia - G. Auriti

ruhevoll ha detto...

@ Cristimar
verissimo! Quando paghiamo in banconote o moneta telematica in realtà non facciamo altro che spostare quel debito nelle mani di qualcun'altro, ma le banche restano le proprietarie. Penso sia anche per questo che cercano di spingere verso la privatizzazione di tutto poichè in tal modo tutto verrebbe ricondotto al debito nei confronti delle banche. In altri termini più beni vengono "monetizzati" e più moneta corrispondente viene creata, con enorme beneficio per il signoraggio.

mia_euridice ha detto...

Io non ho riso ma si sa, sono un'antipatica!

ruhevoll ha detto...

@ mia_euridice,
sorrido e ti ringrazio, la tua antipatia è un gocciolar d'acqua nel deserto.